Esperimentidizucchero's Blog

Dolci esperimenti di zucchero e non solo…

Proporzioni del corpo umano

su 27 novembre 2012

Proporzioni del corpo umano

Fonte: http://www.disegnoepittura.it/proporzioni-corpo-umano/

Come per il viso anche per il corpo umano è possibile definire le relazioni tra le varie parti di un modello ideale.

Generalmente il corpo umano è alto 7/7.5 volte la testa, anche se è prassi comune (per questione di bellezza visiva) sostenere che sia uguale a 8 la lunghezza della tesa. Il centro del corpo è il pube.

L’ampiezza delle spalle è 3 volte l’ampiezza della testa (oppure due volte la lunghezza della testa come sostengono altri tutorial).
La distanza tra pube e testa e tra pube e piedi è pari a 4 teste.
La distanza tra testa e base del petto è pari alla lunghezza di 2 teste. Stesso vale per la distanza tra pube e base del petto.
Dalla clavicola (osso della spalla) all’ombelico la distanza è pari alla lunghezza di 2 teste.
La distanza tra gomito e punta delle dita è pari a 2 teste. Mentre tra spalla e gomito la distanza è pari a 1 e mezzo la lunghezza della testa.
La distanza tra il polso e la punta delle dita è pari alla lunghezza della testa. Stesso vale per la distanza tra la parte superiore e inferiore delle natiche.

La tecnica della sfera divisa

Fonte: http://www.manualidisegno.it/2011/andrew-loomis-fun-with-a-pencil/pagg-36-39-la-tecnica-della-sfera-divisa-e-del-piano-pt-1/

Questo é un sito molto interessante, dove si possono trovare molte informazioni utli sulle proporzioni del corpo.

La tecnica della sfera divisa e del piano
Metodo sviluppato da Andrew Loomis, che rende facile la costruzione di qualsiasi tipo di testa.

Siamo arrivati alla parte più importante di questo libro. Il metodo che vedremo nasce da quello più semplice che abbiamo utilizzato finora, ma non preoccuparti, non è molto più complicato.
Il cranio, come avrai già intuito, non è una sfera perfetta. Per disegnarlo correttamente dobbiamo apportare delle alterazioni alla sfera, alcune molto sottili, altre molto evidenti, per realizzare ogni tipo di teschio.
In ogni caso, possiamo partire da una sfera “affettata” su due lati, ottenendo quindi due lati di spessori diversi e poi procediamo aggiungendo o togliendo altre parti alla sfera.

La fronte per esempio potrebbe essere spianata, tagliata o costruita sulla sfera base, il cranio potrebbe essere allungato, ingrandito o ristretto, anche la faccia può essere ricavata alterando la sfera base, ma senza abbandonare il nostro metodo di costruzione. Il piano consiste semplicemente nell’aggiungere alla sfera tutto quello di cui abbiamo bisogno, il che rende questo metodo estremamente flessibile e ci permette di realizzare qualsiasi tipo di testa vogliamo. Tutti gli altri metodi che ho visto iniziano da forme che non hanno niente a che vedere con il teschio o non permettono una grande varietà di forme.

Queste proporzioni si trovano automaticamente nel metodo della sfera divisa, a meno che non modifichi la sfera di base o i piani ricavati su di essa.
A meno che tu non sia seriamente interessato al disegno realistico, ti consiglio di evitare il serio studio delle misurazioni delle proporzioni facciali, ma di andare piuttosto a occhio basandoti sulla sfera e le linee di costruzione.

Il valore di questo metodo sta nella sua flessibilità. A pagina 37 ho mostrato alcune misurazioni che considero ideali, ma non devono essere sempre riproposte fedelmente. Secondo me il vero valore di questo metodo è la possibilità di realizzare accurate costruzioni della testa senza copiare un modello o, quando viene utilizzato un modello, permette di disegnarlo in modo riconoscibile.
Questo metodo è inoltre utilizzabile sia per realizzare caricature e fumetti dai tratti esagerati, sia per interpretazioni più realistiche. Fornisce un approccio al disegno valido per il principiante evitandogli studi lunghi e noiosi ma fornendo allo stesso tempo un metodo per realizzare volti “solidi” che solitamente necessitano una notevole conoscenza della struttura di ossa e muscoli.
Se guardi pagina 39, ti sarà evidente come il metodo della sfera e del piano è strutturato sulla base delle ossa del cranio, ma la cosa più importante è che si tratta anche di una guida per posizionare gli elementi del viso nella posizione corretta, in relazione alla posa della testa. Presto imparerai a vedere subito, a occhio, se un elemento del viso è fuori dalla giusta posizione.
Diversi anni fa ho notato la mancanza di un metodo così accurato. Ho provato ad esempio a iniziare a disegnare una testa partendo dalla forma di un uovo o un ovale. Funziona per una vista frontale, ma per i profili? Che fine ha fatto la mandibola? L’uovo non è la forma più adatta per rappresentare una testa. Ho provato anche a partire da un cubo, utile per la prospettiva ma non ha niente in comune con la forma del teschio. Quante parti del cubo dovrebbero essere tagliate per realizzare una testa?
Ho sentito parlare anche di altri metodi, ma in ogni caso c’era bisogno di una certa conoscenza di base della struttura della testa per utilizzarli.

20121127-230013.jpg


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: